eUrban è un progetto di evoluzione urbana che fa incontrare persone, business, arte e natura.
Con eUrban Roma crea il suo laboratorio di innovazione in costante trasformazione, con il preciso intento di migliorare il benessere di tutti, residenti e visitatori.

eUrban nasce dal nostro incontro con l’artista Ria Lussi e rafforza la nostra azione guidata dai temi ESG Environmental / Social / Governance. Là dove si incontrano visione, arte, natura si creano le condizioni per la sostenibilità e si possono rigenerare gli spazi del vivere quotidiano.

eUrban è la nostra risposta all’esigenza di ripensare il ruolo della città riportandola alla dimensione umana,
nella consapevolezza di essere tutti parte di un fragile pianeta.

Il piano di Purini

Il progetto di eUrban si innesta sul masterplan sviluppato dall’architetto Franco Purini per un’area metropolitana che comprende edifici residenziali, uffici e strutture commerciali. Purini è considerato uno dei principali esponenti del neorazionalismo italiano, movimento architettonico che riscopre la pulizia delle linee e delle geometrie propria della classicità, portandola nell’epoca postmoderna. La sua visione estetica si può riconoscere in modo più evidente nella torre Eurosky, di cui ha curato anche il progetto.

La visione di eUrban

A partire dalla visione dell’artista Ria Lussi, eUrban reinterpreta gli ampi spazi pedonali di un’area urbana unica a Roma. La vastità delle superfici neorazionaliste concepite da Franco Purini diventa la piattaforma su cui immaginare installazioni di public art e interventi sorprendenti di verde urbano, spazi d’incontro per una popolazione variegata, composta da residenti, visitatori, ospiti.

L’EUR, in costante evoluzione

Si potrebbe definire l’EUR un quartiere “nato nel futuro”: progettato negli anni ‘30 del Novecento per ospitare l’Esposizione Universale del 1942 è da sempre per Roma un grande laboratorio di innovazione urbana, una finestra sulla contemporaneità. Un luogo in cui si sono espressi pittori, scultori, architetti e artisti considerati, per l’epoca, avanguardisti. Con eUrban, l’EUR scrive un nuovo capitolo della sua storia.

eUrban è un centro di respiro internazionale, pensato per il vivere contemporaneo e per ospitare gli headquarter di aziende visionarie.

eUrban è un grande spazio aperto all’arte contemporanea, con l’idea di promuoverla rendendola accessibile a tutti.

Un punto di contatto tra architettura e natura, dove le geometrie più avveniristiche
si radicano nella terra, attingendo alla sua profonda saggezza.

The Walkaround Gallery è un’opera corale, concepita come installazione di public art,
che si snoda per un lungo percorso all’aria aperta da scoprire camminando nella sorprendente area pedonale di eUrban.

Gli artisti esposti hanno come denominatore comune la scelta di una stessa città: Roma!
...e una visione del mondo naturalmente gentile ed ecologica.

Una sperimentazione in cui sofisticate tecnologie creano suggestioni visive in grado di competere con la rigogliosa bellezza della natura, tipica della Città Eterna, e con l’affascinante architettura neorazionalista che l’avvolge.
The Walkaround Gallery offre a tutti, residenti e visitatori, la possibilità di avvicinare con spensieratezza l’arte contemporanea, intesa come una tendenza universale dell’animo umano: quella di creare libere visioni, sentite interpretazioni, della realtà che ci circonda.

The Moving Forest, o Bosco Transitorio, è una installazione tra le nuove opere del neorazionalismo architettonico dell’Eur di 400 alberi e più di 50 arbusti di oltre 15 specie piantate in mastelli al centro dell’area pedonale di eUrban.
Offre una suggestione visiva dall’alto dove l’antropologia urbana, l’architettura, l’arte e la natura si fondono.
Il bosco transitorio porterà benefici come oltre 250 tonnellate di Co2 assorbite, il recupero delle polveri sottili e degli agenti inquinanti, l’abbassamento della temperatura.
Il bosco sorge in uno spazio temporaneamente inutilizzato e gli alberi al termine del loro periodo di soggiorno saranno disponibili per le scuole cittadine e altri spazi urbani da rigenerare.
L’opera è realizzata con il contributo scientifico dell’Orto Botanico di Roma, nelle persone di Fabio Francesconi e Roberto Valenti, e gode del patrocinio del Ministero della Transizione Ecologica.
Con la Moving Forest, eUrban vuol essere interprete di un nuovo concept di sostenibilità dove Arte, Benessere e Comunicazione diventano driver di un futuro sostenibile a cui tutti aspiriamo.

Uno spazio inatteso di serenità, l’Italian Zen Garden si ispira alla millenaria tradizione giapponese dei giardini zen, luoghi votati alla semplicità e alla contemplazione, ma la reinterpreta introducendo erbe officinali, terapeutiche e aromatiche tipiche dei paesaggi mediterranei come il timo, la calendula, l’issopo.

L’Italian Zen Garden, realizzato anche in collaborazione con Daniele Bottini, è un paesaggio sensoriale di profumi e aromi, una geometria spirituale che si presta a una magnifica e necessaria didattica sui temi del benessere, per tutti.
Al centro, dal forte impatto visivo, è posizionato un ulivo secolare, pianta mediterranea, simbolo di pace per eccellenza.

Eurban

Città Metropolitana Roma Capitale

Euroma 2

Eurosky

Ministero della salute

Eni Spa

Oracle

Procter & Gamble Regus Abott

Sap Italia

Microsoft

Ministero per lo sviluppo Economico

Engie

Lago dell’Eur

Roma International Convention Centre La Nuvola

Palalottomatica

Interviste

Ria Lussi
Barbara Polito
Carlo Borriello
Ilaria Paladino
Valeria Sassanelli
Andrea Ciulu
Dirk Vogel
Fabio Francesconi
Roberto Valenti
Julia Sherbakov
Marco Gisotti
Fabio Attorre

ALtogether

Prenderci cura
della nostra casa comune, il pianeta,
prenderci cura gli uni degli altri,
è urgente,
al fine di mantenere in salute
il fragile equilibrio dell’ecosistema
di cui TUTTI facciamo parte.

Je m’engage… Mi impegno… I pledge…

10 FACILI AZIONI PER SALVARE IL PIANETA ;-)

Queste semplici azioni sono una breve sintesi “poetica” di due testi preziosi:
il Trattato di Pace con la Terra di Thich Nhat Hanh e l’Enciclica Laudato Si’ di Papa Francesco.
Potranno essere divulgate in tutte le lingue e in tutto il pianeta con ogni mezzo possibile.

1.
Mi impegno
a migliorare l’efficienza
energetica della mia casa
e a diminuire
il mio consumo d’acqua
e in generale i miei
consumi personali.

2.
Mi impegno a spostarmi
il più possibile a piedi,
in monopattino o in bicicletta
e a privilegiare il treno
riducendo i miei spostamenti
in auto e in aereo.

3.
Mi impegno a ridurre
l’utilizzo di imballaggi
in plastica e a scegliere
per cibi, detersivi e cosmetici
contenitori riutilizzabili
e con sistemi di ricarica.

4.
Mi impegno
a fare scrupolosamente
la raccolta differenziata,
a riutilizzare e riciclare
tutto ciò che è possibile.

5.
Mi impegno
a salvaguardare
gli alberi della mia città
e a piantarne di nuovi.

6.
Mi impegno a privilegiare
un’alimentazione
a base vegetale e a dare
sostegno ai contadini locali
che praticano scelte di
agricoltura biologica.

7.
Mi impegno
a dare sostegno
agli artigiani
che tramandano
saperi manuali.

8.
Mi impegno
a esercitare sempre
le attività manuali
e fisiche, inclusa
la calligrafia, e a non
farmi fagocitare dalla
tecnologia.

9.
Mi impegno
a sostenere con generosità
persone e comunità
più fragili con aiuti
economici regolari.

10.
Mi impegno a cercare
di praticare sempre di
più queste semplici regole
per salvare il mio pianeta
e ad incoraggiare
gli amici ad impegnarsi
insieme a me.